Cinema e Psichiatria

Women on the Move and Mental Health

Questa sezione aiuta a pensare e a ritrovare uno sguardo etico e umano sulle storie di milioni di persone, donne e uomini, bambine e bambini che compongono il fenomeno migratorio. Il cinema può essere uno strumento cruciale per rivedere, quindi, il fenomeno migratorio come una parte essenziale della nostra vita, capace di contribuire alla crescita umana, etica, culturale e socioeconomica di tutte e tutti noi.

PAPER BOAT
di Luca Esposito, Italia, 2019, 07’17”, fiction

Durante una lezione, un giovane insegnante delle medie realizza un esperimento con una barchetta di carta. Quando rivela che la barchetta simboleggia i barconi degli immigrati, la classe rivive la memoria delle vittime naufragate il 18 Aprile 2015 nel Canale di Sicilia.
In programma 27/10 ore 9.30 Anteo Palazzo del Cinema Sala Astra / online

JOY
di Nour Gharbi, Italia, 2020, 13’17”, documentario

La vera storia di Joy, migrante forzato fuggito dal Togo e preso in carico dal Centro SaMiFo (Asl Roma 1) e dal Dipartimento di Salute Mentale (DSM). Un film testimonianza e simbolo di dolore ma anche di possibilità di cura e riscatto. Il presente e il passato di Joy scorrono tra la vita quotidiana e il ricordo, i traumi, il viaggio, la clandestinità, la malattia mentale. Un ritratto forte che scuote e fa pensare.
In programma 28/10 ore 10.15 Anteo Palazzo del Cinema Sala Astra / online

it Italiano
X